Un recente studio ha dimostrato che quasi il 20% delle persone non esegue il backup dei dati personali o aziendali memorizzati sul computer e sui dischi rigidi esterni che sono soggetti a corruzione e cancellazione accidentale o a perdita dovuta a un guasto hardware. Possibile che una persona su cinque corra questo rischio con la sicurezza delle proprie informazioni?

La risposta, naturalmente, è sì; e questa mentalità alla fine porterà gli utenti alla perdita irreversibile dei propri dati. Per questo motivo, in questo post, cercheremo di capire le differenze tra il backup incrementale e il backup differenziale, nonché i pro e i contro di entrambi questi metodi per la protezione dei dati, per fare in modo che tu stesso non rientri nel 20% di coloro che rischia di perdere tutto.

Cos’è il backup incrementale?

Un backup incrementale dei dati è un metodo di memorizzazione dei dati in cui viene fatta la copia solo di ciò che è stato modificato dall’ultimo backup. Un backup incrementale può essere eseguito sia in seguito ad un backup completo che in seguito ad un backup incrementale e solo i dati modificati rispetto al precedente, sia esso completo o incrementale, saranno aggiunti al nuovo file di backup.

Quali sono i pro e contro nell’utilizzo di un software per il backup incrementale?

Uno dei più grandi vantaggi della creazione di un backup incrementale per proteggere i dati è che, essendo eseguito il backup solo dei dati modificati dopo l’ultimo backup completo o incrementale, i file di cui fare il backup sono meno in confronto a un backup completo o differenziale quindi il tempo per completare il backup è minore di qualsiasi altro metodo. Inoltre, essendo meno i dati di cui fare il backup e impiegando meno tempo, anche la possibilità che si verifichino degli errori durante il processo, come danni all’hardware o problemi di connessioni che comportino la perdita di dati, è minore rendendo quindi il backup incrementale il metodo più sicuro.

Il più grande svantaggio nell’utilizzare un software per il backup incrementale è dovuto proprio alla natura di questo tipo di backup poiché per il ripristino dei dati sarà necessario fare il restore sia dell’ultimo backup completo che dei successivi incrementali. Questo causa una considerevole estensione del periodo di tempo necessario per il restore dei dati e, al contrario di quanto accade per il processo di backup, questo può essere causa di errori dovuti alla lunghezza del tempo impiegato per completare il ripristino.

Cos’è il backup differenziale?

Un backup differenziale è simile a un backup incrementale, ma si differenzia nel salvare ogni volta tutti i dati che sono stati modificati dall’ultimo backup completo. A differenza del backup incrementale, che salverà tutti i cambiamenti avvenuti dall’ultimo backup (sia esso completo o incrementale), il backup differenziale confronterà sempre i cambiamenti rispetto all’ultimo backup completo e salverà tutte le differenze ogni volta.

Quali sono i pro e i contro nell’utilizzo di software per il backup differenziale?

I principali vantaggi e svantaggi del backup dei dati attraverso un software di backup differenziale sono quasi esattamente opposti a quelli relativi al backup dei dati attraverso un software di backup incrementale. Il ‘pro’ di questa forma di backup è che quando arriva il momento di ripristinare i dati il processo è più veloce e più facile – e quindi la probabilità che si verifichino errori è più bassa- rispetto al backup incrementale in quanto solo l’ultimo backup completo e l’ultimo backup differenziale devono essere utilizzati per ripristinare completamente i dati.

Lo svantaggio di questa forma di backup non riguarda soltanto le versioni ridondanti dei dati creati, ma, quando questi vengono sovrascritti o cancellati, la dimensione dell’ultimo backup differenziale aumenta e ciò può causare la generazione di un file troppo ingombrante e lento nel processo di ripristino del backup.

Quale software di backup scegliere?

Naturalmente nella scelta tra utilizzare i backup incrementali o differenziali oltre ai backup completi dipende da una serie di fattori, tra cui la quantità di spazio di archiviazione disponibile per i backup, il tempo a disposizione per l’esecuzione del backup e il livello di protezione dei dati desiderato.

In definitiva, entrambi questi metodi di messa in sicurezza delle informazioni hanno i loro pro e contro (come detto in precedenza) e possiamo raccomandare entrambi per il salvataggio dei dati. Molti software che permettono la creazione di backup incrementali e differenziali offrono la possibilità di fare entrambi, come ad esempio il software di backup Iperius ( http://www.iperiusbackup.net/tipi-di-backup-di-iperius-completo-incrementale-differenziale/), perciò scegliere uno dei due metodi o entrambi per la protezione dei propri dati personali o dei dati aziendali passa in secondo piano quando in ogni caso il backup viene eseguito in modo semplice, sicuro e veloce.

(Inglese, Portoghese, Brasile)



Backup incrementale vs backup differenziale, pro e contro
Iperius Backup C.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>