backup and restore

A causa delle minacce di perdita e corruzione di dati dovute all’errore umano o a tentate truffe, così come a danneggiamenti dell’hardware o disastri naturali (come incendi o alluvioni), è imperativo per i professionisti dell’ I.T. assicurare la sicurezza dei loro dati salvando e facendo i backup delle loro informazioni essenziali su più destinazioni e utilizzando più di una metodologia.

Ogni azienda o ha subito o è a rischio di subire una perdita di dati sia a causa dell’errore umano (dovuto, ad esempio, all’apertura un allegato infetto da virus o ransomware), sia a causa del danneggiamento dell’hardware che contiene i dati salvati in locale, sia a causa di disastri naturali come alluvioni, terremoti o incendi (situazioni frequenti nel mondo negli ultimi anni). Tutti questi avvenimenti distruggerebbero qualsiasi azienda che non abbia creato dei backup dei propri dati e li abbia salvati lontano dalla propria azienda, rendendo immuni da qualsiasi perdita e corruzione di dati che possa avvenire localmente.

Creare un backup remoto:

La maggior parte dei dati di un’azienda è archiviata nei RDBMS (sistemi per la gestione di basi di dati relazionali) come Microsoft SQL Server o MySQL ed entrambi offrono un numero di opzioni per fare il  backup sia localmente che su destinazioni remote usando sistemi casalinghi o di terze parti.

SQL Server, che è stato recentemente aggiornato alla versione 2016, consente di creare un backup SQL remoto usando SQL Server Management Studio; allo stesso modo si possono utilizzare anche Transact-SQL e Powershell.

Ci sono diverse metodi per assicurarsi che il backup di SQL Server sia completato correttamente e nel modo in cui si desidera utilizzare questi strumenti e Microsoft ha messo a disposizione un’analisi dettagliata di questi metodi qui.

Essendo MySQL un software open source ci sono moltissimi modi per fare il backup su destinazioni remote con varie opzioni disponibili come il programma AutoMySQLBackup che consente di creare un backup SQL attraverso il comando mysqldump, o queries in PHP o attraverso SSH con varie opzioni a disposizione.

Tutte le opzioni sopra menzionate sono disponibili attraverso delle estensioni o sono già all’interno del software stesso, ma ci sono anche altre possibilità esterne come Iperius Backup che consente di creare backup in modo rapido e semplice di MySQL e SQL Server sia in locale che in remoto con un’ampia scelta di destinazioni. Per approfondimenti:

backup SQL Server backup MySQL

Inoltre, uno strumento molto utile che Iperius Backup mette a disposizione è la Web Console per controllare e gestire i proprio backup da remoto.

Ripristino di un backup remoto:

Così come per la creazione di backup remoti di SQL (sia SQL Server o MySQL), ci sono tanti modi di ripristinare i database SQL da ovunque essi siano stati salvati.

Per quanto riguarda un backup di SQL Server ci sono tre modi generali di fare il ripristino con i due metodi manuali più comunemente usati che sono: il ripristino del database dalla sua posizione remota e anche salvare la copia del file .bak sul computer locale per completare il processo di ripristino. La prima di queste due opzioni è la più pericolosa in quanto può richiedere più tempo per essere completata e il collegamento , che potrebbe non essere stabile, può causare problemi di connessione, corrompendo in tal modo i dati, oltre al fatto che gli utenti devono assicurasi che il loro account SQL Server disponga delle autorizzazioni necessarie per permettere questo processo.

Il secondo dei due processi manuali è il metodo più sicuro e più rapido per garantire che il database venga ripristinato, ma c’è anche una terza opzione (automatica) disponibile. Gli utenti possono creare un pacchetto SSIS (SQL Server Integration Services) per compiere questo processo. Un eccellente articolo su come creare questo pacchetto è disponibile (in inglese) qui.

Per i database MySQL, ancora una volta, il comando mysqldump si conferma il migliore in quanto, in caso di perdita di dati, questo può essere utilizzato per ripristinare un backup di SQL in due modi: utilizzando il comando [mysql -u root -p[root_password] [database_name] < dumpfilename.sql] si ripristinerà il database completo, oppure è disponibile per un ripristino dei dati più rapido, che però consentirà l’utilizzo dei dati nella sola modalità lettura. Gli utenti sono in grado di visualizzare il tutorial (in inglese) su come attuare questi due processi qui.

Naturalmente Iperius offre un metodo ancora più semplice di ripristinare i database MySQL di cui si è fatto il backup utilizzando il software. I dettagli su come fare il ripristino del database con Iperius è disponibile qui.

(Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo, Portoghese, Brasile)



Come fare il backup e restore di un database SQL remoto
Iperius Backup C.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>