My Traceroute (mtr) , combina le funzionalità proprie dei software Ping e Traceroute in un unico applicativo utile per l’analisi della qualità e delle performance del traffico di Rete.

In questo articolo vedremo come installare MTR Traceroute e come interpretare i dati restituiti.

Generalmente un test si realizza tra un Host, dove viene installato Mtr, e un Host di Destinazione indicato dall’utente. Mtr, dopo aver determinato ogni singolo indirizzo degli Hop (Hop sono i singoli nodi (router oppure altri dispositivi) che si trovano tra l’host di origine e quello di destinazione), invia ad ogni singolo nodo una serie di comandi ICMP ECHO così da poter verificare la qualità della connessione tra il computer di l’origine e quello di destinazione.

Installazione e uso di MTR su Linux

Per sistemi operativi basati su Redhat, scaricare mtr come di seguito:

yum install mtr

Per sistemi operativi basati su Debian, scaricare MTR con il comando seguente:

apt-get install mtr

Installato Mtr eseguire:

mtr [destination_IP_address_or_domain]

il risultato è generalmente un report di dati come quello riportato di seguito:

1_mtr

Installazione e uso di MTR su Windows

  1. Scaricare WinMTR da qui: https://winmtr.it.uptodown.com/windows
  2. Eseguire WinMtr.exe
  3. Inserire un indirizzo IP o un nome a dominio nel campo Host e cliccare su “Start”;

il risultato è il seguente:

2_mtr

Installazione e uso di MTR su Mac OS X

Possiamo scaricare il pacchetto di Mtr da Rudix, una piattaforma che offre numerose uility per sistemi MAC e generalmente per sistemi Linux Based.

  1. Scaricare Mtr qui: https://storage.googleapis.com/google-code-archive-downloads/v2/code.google.com/smoothwall-roadster-mtr/mtr-0.80-roadster-x86.tar.gz
  2. Aprire un terminale ed eseguire il comando “sudo mtr <ip_address_or_domain>”

Il risultato è simile a quello riportato per Sistemi Operativi Linux Based.

Interpretazione dei risultati di MTR

Concetti Base:

Un test attendibile con Mtr dovrebbe durare almeno dieci minuti.

L’ouput di MTR mostra i dati per due settori di analisi: pacchetti persi e latenza. Considerando che un singolo test con Mtr è monodirezionale, sarebbe opportuno eseguire una trace in entrambe le direzioni. Ci si accorge infatti che i risultati molto spesso sono differenti in un senso o nell’altro. Inoltre, i primi Hops mostrati nel report generalmente appartengono al proprio ISP (Internet Services Provider) mentre gli ultimi Hop appartengono all’ISP dell’Host di destinazione. Gli Hops tra questi due gruppi rappresentano la rete internet tra le due reti analizzate.

Packet Loss:

Sulla prima colonna del report, per ogni Hop, viene indicata la percentuale dei pacchetti che non hanno raggiunto l’host di destinazione. Se nel report troviamo un singolo Hop con una percentuale elevata di pacchetti persi questo non rappresenta certo un problema di rete. Generalmente si osserva in corrispondenza dell’indirizzo dell’ISP ed è causato da limiti di banda imposti dallo stesso ISP o dal fatto che la CPU del router è occupata.

Limiti di banda del nostro ISP causano, sul report di Mtr, la presenza di una piccola perdita di pacchetti nei primi hops. Sono dati molto spesso osservabili ma che non indicano malfunzionamenti o problemi di rete.

Una significativa perdita di dati dall’hop 8 al 13 indica un serio problema di connessione e merita sicuramente approfondimenti ulteriori.

Latenza di Rete:

I dati relativi alla latenza vengono mostrati nelle ultime cinque colonne del report (la seconda colonna mostra il progressivo dei pacchetti ICMP inviati). Normalmente la latenza cresce proporzionalmente al tempo di esecuzione del test. se la crescita è proporzionale e non presenta salti significativi vuol dire che sulla rete non vengono riscontrati problemi. Non indicano anomalie neanche valori di picco sul singolo nodo 6.

Contrariamente, se dal nodo 8 in poi si riscontrano elevati valori di latenza (rispetto ai primi 6 hops), che persistono fino all’ultimo hops, potrebbe indicare la presenza di numerosi problemi sulla rete, come configurazioni non adeguate di schede di rete o router, servizi che lavorano in maniera anomala o congestione della rete.

Conclusioni:

Per una analisi di rete completa i risultati ottenuti con Mtr vengono spesso confrontati con quelli ottenuti con iPerf

L’analisi dei report di Mtr e iPerf  permette di capire se la rete ha problemi di performance e/o collegamento. Risolvere le anomalie aiuta a migliorare le prestazioni di quei software che utilizzano internet per il trasferimento dei file. E’ il caso di Iperius Remote per l’assistenza remota, ma anche Iperius Backup, quando gli elementi di cui eseguire il backup, o la destinazione degli stessi siano un server Cloud, S3 o FTP.

 

(Inglese, Francese, Tedesco)



MTR – Analizzare la velocità della rete con My Traceroute Tool
Iperius Team
*****************************************

PLEASE NOTE: if you need technical support or have any sales or technical question, don't use comments. Instead open a TICKET here: https://support.iperius.net

*****************************************

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*****************************************

PLEASE NOTE: if you need technical support or have any sales or technical question, don't use comments. Instead open a TICKET here: https://support.iperius.net

*****************************************