In questo articolo capiremo che cosa è VMware PowerCLI, perché usarlo, come installarlo e configurarlo e come gestire vSphere.

Immaginate di avere una macchina su cui è installato il sistema operativo ESXi e di volere installare su di essa una macchina virtuale, diciamo Linux Ubuntu.
Come fare?
vSphere Web Client che sostituisce vSphere Client (compatibile solo con sistemi Windows) presenta una interfaccia web e quindi cross-platform e ci permette di gestire l’intera infrastruttura virtuale su sistemi ESXi.
Ma vSphere Web Client non è l’unico modo.
C’è un sistema potente e facile da usare che permette di gestire via command line i server ESXi e VMware vSphere.

Si tratta di PowerCLI, un’interfaccia a riga di comando di Windows PowerShell.
Grazie ai tanti comandi previsti (più di 500) permette di automatizzare con script anche aspetti complessi della gestione di vSphere, come hardware, VM o network.
PowerCLI nasce per sistemi operativi Windows, essendo una estensione di PowerShell, ma adesso è disponibile anche per macOS e Ubuntu.

Come preparare il sistema

L’infrastruttura minima per poter testare e comprendere le potenzialità di PowerCLI è composta da:
– una macchina ESXi
– una macchina (linux o qualsiasi altro s.o.) con cui collegarsi alla suddetta macchina esxi con vSphere Web Client
– una macchina virtuale (linux o qualsiasi altro s.o.) creata con vSphere Web Client
– una macchina windows per l’installazione di VmWare PowerCLI

Nel nostro caso la nostra macchina ESXi si presenta in questo modo:

esxi machine

Non c’è interfaccia, ma solo l’indicazione del server a cui collegarsi per gestirla.

Dalla macchina Linux è sufficiente quindi digitare nel browser l’indirizzo della macchina ESXi e inserire le credenziali scelte in fase di installazione dell’host.

login esxi

Una volta eseguito il login siamo pronti per gestire tutto il sistema di virtualizzazione.

Se vogliamo creare una nuova virtual machine è sufficiente scegliere il menù “Virtual Machine” e selezionare “Create/Register VM” dov’è possibile impostare tutte le opzioni desiderate.

vsphere web vm menu

vsphere web create vm

 

vsphere web vm name

vsphere web vm create storage

vsphere web vm settings

vsphere_web_vm_options

vsphere_web_vm

Nonostante la comodità di un’interfaccia web come vSphere web client, grazie a PowerCLI è possibile automatizzare tutte le azioni che qui vengono fatte manualmente, una alla volta.
In questo modo si possono ottimizzare i tempi e ridurre gli errori che nella gestione di infrastrutture complesse di virtual machine potrebbero presentarsi.

Come installare PowerCLI

In origine PowerCLI veniva installato come applicazione a sé e veniva quindi lanciato tramite comando apposito.
Adesso invece, dalla versione 6.5.1, PowerCLI è stato inglobato con una suite di moduli all’interno del prompt stesso di PowerShell.
Questo lo rende ancora più semplice da utilizzare.

Aprite quindi un prompt di PowerShell (come amministratore)

open powershell as admin

e installare i moduli con il seguente comando:

$> Install-Module VMware.PowerCLI -Scope CurrentUser

install-module

installing powercli module

In questo modo i moduli di installazione di VMWare.PowerCLI verranno scaricati e salvati nella cartella dedicata.

Il parametro -Scope si utilizza per rendere i moduli PowertCLI disponibili all’utente corrente (CurrentUser) oppure a tutti gli utenti (AllUsers).

Una volta terminata l’istallazione si può vedere la lista dei moduli con il seguente comando:

$> Get-Module -ListAvailable -Name VMware*

get module list

Prima di connettersi al server ESXi, è necessario impostare il parametro InvalidCertificateAction nella configurazione di PowerCLI.

Questo determina l’azione da intraprendere quando si tenta l’accesso ad un server per cui non è possibile garantire la sicurezza del certificato.

Impostandolo a “Prompt” sarà possibile ogni volta decidere cosa fare prima di continuare.

$> Set-PowerCLIConfiguration -InvalidCertificateAction Prompt

set powercli configuration

Per la connessione all’host ESXi eseguire il seguente comando:

$>  connect-viserver <ip>

dove <ip> è da sostituire con l’IP della macchina ESXi

connect viserver certificate

E una volta accettato il certificato e inserite le credenziali

connect viserver credential

il sistema risponde in questo modo:

connect viserver

A questo punto è possibile eseguire operazioni direttamente sull’host ESXi tramite i comandi PowerCLI (cmdlets).

I comandi più utilizzati

Alla pagina ufficiale di VMware è possibile trovare la lista di tutti i comandi utilizzabili con PowerCLI.

Elenchiamo qui di seguito i più comuni ed utilizzati.

Per la gestione di virtual machine su server ESXi è possibile utilizzare i comandi come

$> Get-VM -Location <Ip>

getvm location

per visualizzare la lista delle VM e il loro stato.

$> Start-VM -VM my_vm -Confirm -RunAsync

start-vm

per attivare la virtual machine.

$> New-VM -Name new_vm

new-vm

per creare una nuova virtual machine.

$> Remove-VM new_vm -DeletePermanently

remove-vm

per rimuovere permanentemente una virtual machine.

Ma è possibile anche fare operazioni più complesse, come ad esempio effettuare un backup e restore della configurazione dell’host ESXi.

Backup e restore di una configurazione ESXi

Sappiamo molto bene quanto sia importante poter contare sempre sui backup, per questioni di sicurezza, ma anche di risparmio di tempo quando è necessario utilizzare una configurazione giù testata e collaudata.

Anche nel caso di un server ESXi quindi può essere necessario fare un backup della sua configurazione.

Con PowerCLI è possibile farlo con pochi e semplici comandi.

$> get-vmhost | get-VMHostFirmware -BackupConfiguration -DestinationPath <path>

backup esxi configuration

in <path> è specificato dove si vuole salvare il backup.

Volendo poi effettuare il restore di questa configurazione, c’è un altro comando da utilizzare ed è il seguente:

$> Set-VMHostFirmware -VMHost <ip> -Restore -Force -SourcePath <sourcepath>

restore esxi configuration

Il sistema viene riavviato senza che venga chiesta conferma.

Come disinstallare PowerCLI

Se volete disinstallare VMware PowerCLI, per poter installare una nuova versione oppure semplicemente perché non ne avete più bisogno, i comandi da eseguire sono i seguenti:

$> Get-module VMware.* -listAvailable | Uninstall-Module -Force

uninstall powercli

Per testare l’avvenuta cancellazione di qualsiasi file relativo all’installazione:

$> Get-module -listAvailable -Name VMware*

uninstall powercli and test

Conclusioni

Spesso nel mantenimento di una infrastruttura di virtualizzazione è necessario eseguire ripetutamente azioni e comandi, che oltre ad essere monotoni possono anche portarci a sbagliare.
Abbiamo visto come PowerCLI permetta grazie alla potenzialità della interfaccia a riga di comando di eseguire comandi semplici che salvati in script appositi possono servire ad evitare errori e lavori noiosi e ripetitivi.

 

 

(Inglese, Portoghese, Brasile)



VMware PowerCLI: installazione, configurazione e gestione di vSphere
Iperius Backup Team
*****************************************

PLEASE NOTE: if you need technical support or have any sales or technical question, don't use comments. Instead open a TICKET here: https://support.iperius.net

*****************************************

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*****************************************

PLEASE NOTE: if you need technical support or have any sales or technical question, don't use comments. Instead open a TICKET here: https://support.iperius.net

*****************************************