Iperius è un software di backup completo per ambienti desktop e server. Tra le sue numerose caratteristiche abbiamo una semplice ed efficace funzione di backup a caldo di macchine virtuali VMware ESXi.

Iperius è in grado di eseguire snapshot e download di macchine virtuali ESXi da qualsiasi computer in rete (o anche da una macchina nello stesso ambiente virtuale), eseguendone quindi il backup senza nessuna interruzione del lavoro.

Tra le caratteristiche di maggior rilievo di Iperius per questo tipo di backup:

  1. Software estremamente leggero e stabile
  2. Semplicissimo da configurare e pianificabile per backup automatici
  3. Compatibile con tutte le versioni di ESXi (4.x, 5.x)
  4. Backup di ESXi Free (la versione gratuita vSphere Hypervisor).
  5. Prezzo tra i più bassi sul mercato (146 €), licenza perpetua, supporto e aggiornamenti gratuiti
  6. Una sola licenza per illimitati host e macchine virtuali
  7. Utility completa con numerose altre funzionalità di backup

 

Vediamo di seguito un breve tutorial che ci mostra come eseguire il backup di macchine virtuali ESXi:

Una volta installato e avviato Iperius, creiamo subito una nuova operazione di backup:

Aggiungiamo quindi un elemento di tipo speciale, ovvero il backup di ESXi, come mostrato nella figura sottostante:

Come fare il Backup di ESXi e vSphere Free Hypervisor2_ITA

La prima cosa da fare è creare un account di connessione al server ESXi (host). Per fare questo clicchiamo sull’apposito pulsante indicato in figura.
Creare un account è molto semplice: basterà specificare l’indirizzo IP dell’host ESXi, il nome utente e la password.

Una volta creato e salvato l’account, possiamo subito effettuare la connessione per visualizzare e selezionare le macchine virtuali:

Le impostazioni basilari sono davvero poche. Basta infatti selezionare una o più macchine virtuali, quindi specificare la cartella locale o di rete come destinazione del backup (nel secondo caso potrebbe essere necessario specificare un account per l’autenticazione nella cartella condivisa). Nelle opzioni abbiamo la possibilità di dire al software se eseguire uno snapshot delle macchine virtuali (necessario per il backup a caldo, ovvero quando la macchina è accesa), se stoppare e riavviare le macchine, e se copiare la cartella dove eseguiamo il download delle VM nelle ulteriori destinazioni del backup (come ad esempio un Tape).

Salviamo quindi l’elemento di backup delle macchine virtuali cliccando su OK. Non è obbligatorio specificare ulteriori destinazioni nel pannello successivo (dato che la destinazione è già inclusa nell’elemento), a meno che non vogliamo eseguire una ulteriore copia del backup (ad esempio su Tape).

Nel pannello “Opzioni” lasciamo tutto in default, mentre per quanto riguarda la pianificazione e le notifiche e-mail, possiamo consultare i seguenti tutorial:

Impostare la pianificazione automatica – Impostare le notifiche e-mail dopo il backup

Infine, scegliamo un nome per la nostra operazione di backup e salviamola cliccando OK.

Ora possiamo subito eseguire il backup, come mostrato nella figura sottostante:

backup-esxi-6

 

Note sulla velocità del backup:

Con una configurazione standard il backup è molto più veloce quando si installa Iperius su una macchina fisica nella stessa rete del server ESXi, invece che quando Iperius è installato su una delle macchine virtuali presenti sul server ESXi stesso. In ogni caso, per migliorare le prestazioni di rete e risolvere eventuali problemi, si consiglia di consultare l’apposita documentazione di VMware: http://kb.vmware.com/selfservice/microsites/search.do?language=en_US&cmd=displayKC&externalId=1004087 .

 

Restore:

Il ripristino di una macchina virtuale ESXi salvata con Iperius è molto semplice. Infatti Iperius salva la macchina nel suo formato originale (con i vari file .vmdk, .vmx, ecc.), quindi basterà rieseguire l’upload delle cartella contenente il backup delle macchina virtuale sul datastore dell’host ESXi (usando il software di gestione standard fornito da VMware, ovvero vSphere Client), e quindi ricollegare la macchina semplicemente cliccando con il pulsante destro del mouse sul file .vmx e quindi sulla voce “Add to Inventory”. Fatto questo, possiamo subito riavviare la macchina virtuale.

 

Scarica la versione di prova gratuita

(Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo, Portoghese, Brasile)



Backup di ESXi e vSphere Free Hypervisor » Iperius Backup
Iperius Backup Team

Comments

  1. Stefano

    Salve, se non specifico la destinazione, come posso fare per gestire il numero di copie da conservare?
    Inoltre, con questo sistema, è possibile implementare un backup incrementale? Oppure ogni volta il dump della VM è completo?

    Grazie

    1. Iperius Backup Team Article Author

      Se vuoi conservare un numero prestabilito di copie, aggiungere una ulteriore destinazione è necessario, a meno di non usare una variabile speciale, ad esempio con il nome del giorno della settimana, nel percorso di destinazione dell’elemento.

      Aggiungere una destinazione è tuttavia più flessibile. Basterà specificare una sottocartella e il numero di copie da conservare, che saranno sovrascritte a rotazione. Il dump della macchina virtuale è ogni volta completo. Nelle successive versioni Iperius implementerà la possibilità di backup incrementali.

      1. Francesco

        Buongiorno,
        ci sono tempistiche per il rilascio dell’aggiornamento che permette al software iperius di efffettuare backup incrementali su sistemi esxi free?
        Grazie

  2. Stefano Bettega

    Salve, stiamo valutando il prodotto per il backup di diverse macchine da un server ESXi su NAS.
    In caso di backup a caldo via snapshot, lo snapshot creato viene cancellato automaticamente o c’è il rischio che gli snapshot vadano ad aumentare ad ogni backup?
    L’opzione di quescing serve a cancellare (ossia consolidare) gli snapshot?
    E se una macchina già ha degli snapshot creati indipendentemente, come si comporta Iperius?
    Per quanto riguarda la pianificazione, sarebbe bello poter attivare o disattivare la pianificazione direttamente dall’elenco dei backup, senza perdere la configurazione della pianificazione.
    Grazie e cordiali saluti.

    1. Iperius Backup Team Article Author

      Salve,

      Iperius crea ed elimina solo gli snapshot di cui ha bisogno per eseguire il backup. Li elimina alla fine del backup lasciando invariati gli altri snapshot eventualmente preesistenti. Si effettivamente abbiamo pensato alla possibilità di disabilitare la pianificazione senza però perdere la configurazione. Probabilmente la introdurremo nelle prossime versioni.

    1. Iperius Backup Team Article Author

      Il backup di ESXi è sempre un full attualmente. La modalità di backup incrementale sarà presto disponibile. Chiaramente ora può eseguire un backup di tipo drive image incrementale installando Iperius sulla macchina Windows virtuale, o integrare il backup full della macchina con una copia incrementale di file e cartelle, installando un Iperius Essential sul server stesso.

  3. Alessandro

    E’ possibile fare il restore solo di alcuni file ? Si possono usare come destinazione dei dischi usb “ruotati”, creando su di essi la stessa cartella ?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>