Iperius Recovery Environment

Iperius Recovery Environment è l’ambiente di ripristino dedicato di Iperius Backup, scaricabile direttamente dal software e avviabile da chiavetta USB o CD-ROM .
Oltre alla funzionalità di restore dei backup di tipo Iperius Drive Image, descritta passo passo nell’apposito tutorial, è possibile sfruttare tale ambiente per operazioni di sistema avanzate, permettendo la risoluzione di diverse problematiche che possono talvolta verificarsi successivamente al ripristino di un backup.

In questo articolo, vedremo come ripristinare il boot di Windows in caso di errori all’avvio del sistema operativo, utilizzando delle semplici istruzioni a riga di comando.
Prima di iniziare, assicuriamoci di aver creato correttamente Iperius Recovery Environment sul vostro supporto (USB o CD-ROM), seguendo il relativo tutorial.

Dopo aver eseguito il boot del PC dal supporto USB (o CD-ROM), avviamo il prompt dei comandi cliccando sulla relativa icona (vedi immagine sotto).

Iperius Recovery Environment - Main Window

Iperius Recovery Environment – Main Window

Si aprirà il classico prompt dei comandi (command prompt), nel quale potremo utilizzare gli stessi comandi della versione inclusa di default nei sistemi operativi Windows.
Digitiamo ora il comando diskpart e clicchiamo “Invio” . La parte sinistra della console cambierà, passando dal percorso in cui ci trovava (nel nostro caso X:\windows\system32) alla scritta “DISKPART“, segnalandoci che l’utility a riga di comando è stata caricata e aperta correttamente (vedi immagine seguente).

Diskpart - First Run

Diskpart – First Run

A questo punto, utilizziamo il comando list disk per ottenere la lista dei dischi collegati al sistema e alcune informazioni di base come il numero del disco, la dimensione e il tipo di formattazione (GPT o MBR).
Individuiamo il disco in cui avete ripristinato l’immagine in precedenza, utilizzando come riferimento la dimensione e/o l’indice del disco.
Una volta individuato, annotiamo il numero del disco e verificate il tipo di formattazione controllando se è presente un asterisco sotto la colonna GPT : se presente, la formattazione del disco sarà di tipo GPT, altrimenti di tipo MBR.

A questo punto, il nostro tutorial si dividerà in due rami: proseguiamo al punto A) se il disco è formattato in GPT o al punto B) se formattato in MBR.

A) Disco di tipo GPT

Se il nostro disco è di tipo GPT, il comando list disk eseguito sopra vi mostrerà in output un risultato simile a quello dell’immagine sottostante (ovviamente, sempre in relazione a quanti dischi sono collegati al sistema).

Diskpart - List Disk

Diskpart – List Disk GPT

All’interno del riquadro rosso possiamo osservare l’output generale del comando, mentre nel riquadro giallo è evidenziato il disco in cui è stato eseguito il ripristino di un backup Iperius Drive Image.
Come indicato sopra, prestiamo attenzione al numero del disco e annotatelo: ci servirà per eseguire la prossima istruzione a riga di comando.
In questo caso, il disco in questione è il numero 0 (“zero”).

Procediamo quindi eseguendo il comando select disk X  (dove X è il numero che avete annotato in precedenza) per selezionare il disco, seguito dal comando list partition.
L’output del comando sarà simile a quello illustrato nell’immagine seguente:

Diskpart - List Partition

Diskpart – List Partition GPT

Nel riquadro rosso possiamo vedere tutte le partizioni presenti nel disco e le relative informazioni di base (indice della partizione, tipo, dimensione, etc.), mentre in giallo è stata evidenziata la partizione di sistema (System), nota anche col nome EFI .
E’ proprio in questa partizione che risiede il file BCD (Boot Configuration Data) che dovremo riparare per ripristinare il boot del sistema operativo.
Selezioniamo dunque tale partizione digitando il comando select partition Y (dove Y è l’indice della partizione, preso direttamente dalle informazioni visualizzate precedentemente) e premendo Invio.
In questo caso, la partizione di sistema è la numero 2, come potete vedere dall’immagine precedente.

A questo punto, è necessario assegnare una lettera alla partizione in modo da identificarla univocamente in fase di ripristino del boot.
Per farlo, digitiamo il comando assign letter=S  e clicchiamo invio per procedere. Il risultato dovrebbe essere simile a quello nell’immagine seguente:

Diskpart – Assign Letter GPT

In questo modo, sarà possibile accedere al volume relativo alla partizione di sistema utilizzando la lettera di unità S: .

Proseguiamo ora andando ad identificare il volume in cui è installato Windows.
Per farlo, eseguiamo il comando detail disk . L’istruzione restituirà, oltre a una serie di informazioni base e avanzate del disco, la lista di tutti i volumi presenti al suo interno con relative info (vedi immagine sottostante).

Diskpart - Detail Disk GPT

Diskpart – Detail Disk GPT

In rosso, possiamo osservare l’output completo del comando, in giallo è evidenziato il volume relativo alla partizione di sistema (con la lettera S che avevamo assegnato precedentemente), mentre in verde è evidenziato il volume in cui è installato Windows.
Identificato tale volume (utilizzando come riferimenti la dimensione e/o il filesystem), prestiamo attenzione alla colonna “Ltr”: se non è presente alcuna lettera di unità, sarà necessario assegnarla manualmente utilizzando il comando assign letter usato poco fa.
Nel nostro caso, la lettera di unità è presente ed è la C: , come mostrato nella figura sopra.

A questo punto, possiamo uscire dall’utility Diskpart utilizzando il comando exit .
La parte sinistra del prompt dei comandi tornerà ad essere quella classica e mostrerà nuovamente il percorso di sistema da cui siamo partiti (X:\windows\system32).
Potete ora scorrere fino al paragrafo “Ripristino del boot” per terminare il tutorial.

B) Disco di tipo MBR

Se il nostro disco è di tipo MBR, il comando list disk eseguito sopra vi mostrerà in output un risultato simile a quello dell’immagine sottostante (ovviamente, sempre in relazione a quanti dischi sono collegati al sistema).

Diskpart - List Disk MBR

Diskpart – List Disk MBR

All’interno del riquadro rosso possiamo osservare l’output generale del comando, mentre nel riquadro giallo è evidenziato il disco in cui è stato eseguito il ripristino di un backup Iperius Drive Image.
Come indicato sopra, prestiamo attenzione al numero del disco e annotatelo: ci servirà per eseguire la prossima istruzione a riga di comando.
In questo caso, il disco in questione è il numero 0 (“zero”).

Procediamo quindi eseguendo il comando select disk X  (dove X è il numero che avete annotato in precedenza) per selezionare il disco, seguito dal comando detail disk.
L’output del comando sarà simile a quello illustrato nell’immagine seguente:

Diskpart - Detail Disk MBR

Diskpart – Detail Disk MBR

L’istruzione restituisce, oltre a una serie di informazioni base e avanzate del disco, la lista di tutti i volumi presenti al suo interno con relative info (riquadrati in rosso).
Tra questi, evidenziato in giallo, troviamo il volume relativo alla partizione di sistema (System Reserved).
E’ proprio al suo interno che risiede il file BCD (Boot Configuration Data), che dovremo riparare per ripristinare il boot del sistema operativo.
Per identificare tale partizione è possibile utilizzare la label, che quasi sempre sarà “System Reserved” in caso di installazione classica di Windows.
Selezioniamo dunque tale volume digitando il comando select volume Y (dove Y è l’indice del volume, preso direttamente dalle informazioni visualizzate precedentemente) e premendo Invio.
In questo caso, il volume di sistema è il numero 1, come potete vedere dall’immagine precedente.

NB: in alcune installazioni di Windows la partizione di sistema potrebbe NON essere presente. In questo caso, fate riferimento alla nota aggiuntiva 2 (in fondo al tutorial) per ulteriori dettagli.

A questo punto, prestiamo attenzione alla colonna “Ltr” in corrispondenza del volume di sistema. Se vuota, sarà necessario assegnare una lettera alla partizione in modo da identificarla univocamente in fase di ripristino del boot.
Per farlo, digitiamo il comando assign letter=S  e clicchiamo invio per procedere. Il risultato dovrebbe essere simile a quello nell’immagine seguente:

Diskpart - Assign Letter MBR

Diskpart – Assign Letter MBR

In questo modo, sarà possibile accedere al volume relativo alla partizione di sistema utilizzando la lettera di unità S: .

Proseguiamo ora andando ad identificare il volume in cui è installato Windows.
Per farlo, torniamo alla lista dei volumi ottenuta precedentemente dal comando detail disk.

Diskpart - Detail disk MBR

Diskpart – Detail disk MBR

Tra i volumi presenti in lista, sfruttando come riferimento la label e/o le dimensioni, identifichiamo quello in cui è installato il sistema operativo. In rosso, possiamo osservare l’output completo del comando, mentre in verde è evidenziato il volume in cui si trova Windows.
Una volta trovato tale volume, prestiamo attenzione nuovamente alla colonna “Ltr”: se non è presente alcuna lettera di unità, sarà necessario assegnarla manualmente utilizzando il comando assign letter usato poco fa.
Nel nostro caso, la lettera di unità è presente ed è la C: , come mostrato nella figura sopra.

A questo punto, possiamo uscire dall’utility Diskpart utilizzando il comando exit .
La parte sinistra del prompt dei comandi tornerà ad essere quella classica e mostrerà nuovamente il percorso di sistema da cui siamo partiti (X:\windows\system32).
Potete ora scorrere fino al paragrafo “Fase Finale: Ripristino del boot” per terminare il tutorial.

Fase Finale: Ripristino del boot

Dopo aver seguito il punto A) o il punto B) siamo arrivati all’ultima fase del tutorial: il ripristino del boot.
Per effettuare questa operazione, basterà semplicemente utilizzare il seguente comando:

bcdboot C:\Windows /s S: /f ALL

Questa istruzione copierà i dati di boot contenuti nella cartella C:\Windows all’interno del volume di sistema, scrivendo all’interno del file BCD le informazioni che identificano in quale volume si trova il sistema operativo.
Se tutto sarà andato a buon fine, l’output del comando sarà simile a quello mostrato dalla seguente immagine:

Boot recovery - bcdboot

Boot recovery – bcdboot

A questo punto, possiamo uscire dal command prompt semplicemente scrivendo exit e cliccando Invio.
Torneremo alla schermata principale dell’ambiente di ripristino Iperius Recovery Environment.

Per concludere, clicchiamo sull’icona Shutdown/Reboot , rimuoviamo il supporto USB (o CD-ROM) e scegliamo se riavviare (reboot) o spegnere (shutdown) la macchina confermando con il tasto OK.
Al successivo riavvio, il sistema operativo ripartirà senza alcun problema.

Un importante cambio hardware, un errore nella gestione delle partizioni, la cancellazione erronea di file di sistema: queste sono soltanto alcune delle possibile cause del mancato avvio di Windows.
Con questo tutorial abbiamo visto come è possibile ripristinare il boot del sistema operativo in maniera semplice e veloce, seguendo pochissimi passaggi e senza il rischio di perdere i vostri dati.

Note Aggiuntive

¹ In questo esempio è stata utilizzata la lettera S presupponendo che non fosse già assegnata ad un’altra unità. In caso lo fosse, l’utility restituirà l’errore seguente:

Diskpart - Assign Letter error

Diskpart – Assign Letter error

Per proseguire, basterà ripetere il comando utilizzando una lettera libera da assegnazioni.

² In un sistema con disco di tipo MBR può capitare che la partizione di sistema non sia presente. E’ comunque possibile ripristinare il boot semplicemente indicando la partizione di Windows come partizione attiva di sistema.
Per farlo, seguiamo i passaggi sopra per assegnare una lettera di unità alla partizione di Windows, qualora non ce ne sia una già assegnata, e saltando ovviamente tutta la parte relativa alla partizione di sistema
Prima di uscire da diskpart, con la partizione di Windows rimasta selezionata dall’operazione precedente, digitiamo il comando active e premiamo Invio. In questo modo la partizione verrà riconosciuta come partizione da cui eseguire il boot del sistema.

A questo punto, usciamo da diskpart e utilizziamo il comando seguente per ripristinare il boot (nel nostro esempio, alla partizione di Windows è stata assegnata la lettera C: )

bcdboot C:\Windows /s C: /f ALL

Rispetto al comando generico, possiamo notare infatti come la partizione di Windows venga utilizzata come partizione di sistema (segue infatti l’attributo /s ).

(Inglese)



Ripristinare il boot di Windows con Iperius Recovery Environment
Iperius Team
*****************************************

PLEASE NOTE: if you need technical support or have any sales or technical question, don't use comments. Instead open a TICKET here: https://support.iperius.net

*****************************************

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*****************************************

PLEASE NOTE: if you need technical support or have any sales or technical question, don't use comments. Instead open a TICKET here: https://support.iperius.net

*****************************************